Scuola Media

Con Georientiamoci nelle scuole secondarie di primo grado viene promosso l’orientamento in uscita, con l’obiettivo di offrire agli studenti - grazie al supporto di genitori e insegnanti - gli strumenti per sviluppare una più profonda consapevolezza sulle proprie inclinazioni, in funzione della professione che vorranno intraprendere in futuro. Nelle precedenti edizioni, le iniziative si articolavano fra due concorsi rivolti ai ragazzi che potevano immaginare il futuro della propria città, calandosi nei panni di un geometra. Successivamente, uno dei principali strumenti messi a disposizione per far maturare nei ragazzi e nei genitori una scelta più consapevole sulla scuola secondaria di secondo grado, è stato il Test di Orientamento. Per l’anno scolastico 2016/2017 la novità di Georientiamoci nelle scuole secondarie di primo grado è il Laboratorio BaM, una attività esperienziale che rende il progetto ancor più performante alle esigenze didattiche, inserendosi pienamente nelle linee generali dell’Offerta Formativa per quello che riguarda lo sviluppo delle competenze digitali, il primo orientamento al mondo del lavoro e l’avvicinamento ai concetti di sostenibilità e salvaguardia ambientale.
A completamento degli strumenti educativi finora citati, aderendo al progetto i docenti possono ricevere – all’inizio di ogni scolastico - i materiali informativi a disposizione.

Nome e Cognome (obbligatorio)

Ci contatti per

Regione, Provincia, Comune

Email (obbligatorio)

Istituto CAT

Il progetto Georientiamoci svolge un importante orientamento didattico in entrata per contenere il fenomeno della dispersione scolastica che si verifica soprattutto nel primo anno della scuola secondaria di secondo grado. In questo ambito le attività vengono svolte con la collaborazione dei referenti dei Collegi Provinciali dei Geometri, in occasione degli innumerevoli open days che si svolgono in tutto il territorio nazionale. L’istituto tecnico, settore Tecnologico, Indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio (ex istituto per Geometri prima della riforma Gelmini del 2010) è una scuola secondaria di secondo grado suddivisa in due bienni e un quinto anno. Oltre agli insegnamenti di base e alle materie tecnico- scientifiche presenta nel suo piano di studi discipline altamente professionalizzanti come estimo, topografia, scienza delle costruzioni, diritto, economia, progettazione, sostenibilità ambientale, tecnologia e diverse ore di laboratorio ed attività pratica. Il diplomato dell’istituto tecnico CAT ha una preparazione specialistica immediatamente spendibile nel mondo del lavoro, che apre le porte di una professione di alto livello e in continua evoluzione: i ragazzi acquisiscono le giuste competenze teoriche e pratiche per intraprendere una carriera ricca di opportunità sia in Italia, sia all’estero. 

Alternanza Scuola Lavoro

Gli studenti degli istituti CAT, come quelli di tutte le scuole secondarie di secondo grado, partecipano al programma Alternanza Scuola Lavoro, introdotto della legge 107 del 2015 (La Buona Scuola) e obbligatorio per tutti gli alunni dell’ultimo triennio. In questo arco temporale, il monte ore dedicato ogni anno a questa metodologia didattica e di apprendimento è di 400 ore. In questo ambito i ragazzi possono conoscere da vicino la realtà di aziende, enti pubblici, studi professionali, associazioni, enti culturali e istituzioni, in base ai modelli organizzativi adottati in autonomia dalle istituzioni scolastiche, che individuano i modelli organizzativi necessari per rafforzare il raccordo tra scuola e mondo delle professioni, per offrire agli studenti opportunità formative qualificate per l'acquisire competenze direttamente spendibili nel mercato del lavoro.

In questo quadro, i Collegi Provinciali dei Geometri hanno avviato molte iniziative locali, volte a favorire l’esperienza dello studente all’interno di uno studio professionale qualificato. Con valenza nazionale, è in itinere la proposta del Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati (CNGeGL), che ha presentato il proprio progetto di Alternanza Scuola Lavoro al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Scientifica. Si tratta di una ipotesi finalizzata alla creazione di una rete territoriale attiva, formata dai Collegi Provinciali, dai geometri liberi professionisti e dagli istituti tecnici CAT, per promuovere la cultura dell’autoimprenditorialità.

Fiaba

Il concorso nazionale “I futuri geometri progettano l’accessibilità”, ideato da FIABA Onlus, e sostenuto e promosso da CNGeGL, Cipag e Geoweb, è rivolto agli  studenti degli istituti CAT. L’obiettivo del programma formativo è quello di promuovere l’eliminazione di tutte le barriere fisiche, culturali, psicologiche e sensoriali e diffondere la cultura delle pari opportunità, premiando i migliori progetti di abbattimento di barriere architettoniche nel costruito.

Dal 2013 il coinvolgimento dei futuri geometri degli istituti CAT, con l’aiuto dei professionisti dei Collegi provinciali dei Geometri e degli insegnanti, ha permesso di presentare alle amministrazioni locali moltissimi progetti incentrati sull’accessibilità totale, oltre a sensibilizzare sempre più le nuove generazioni, le istituzioni e l’opinione pubblica sul tema dell’inclusività sociale in tutti gli ambienti della vita dei cittadini. Questi i numeri delle passate quattro edizioni: hanno partecipato 190 scuole italiane, che hanno presentato 108 progetti. Le idee sviluppate, in alcuni casi, sono state realmente adottate e realizzate dai singoli Comuni.

Per i docenti che vogliono far partecipare la propria classe al Concorso, qui è possibile scaricare il bando e la scheda di adesione: "I futuri geometri progettano l’accessibilità".

TROVA L'ISTITUTO CAT PIU' VICINO A TE

Grazie all'esclusivo servizio di geolocalizzazione di Georientiamoci puoi trovare l'Istituto più vicino a te

Vuoi ricevere la nostra Newsletter?

Visita anche:


Progetto promosso da:


Fondazione Geometri Italiani